Manuale della Profumeria Italiana

The Handbook of Great Italian Perfumery Review Photo - Francesca Bianchi Perfumes Journal
[vc_row][vc_column][vc_column_text]Manuale della Grande Profumeria Italiana.
Cinquant’anni di essenze straordinarie
di Marika Vecchiattini, Silvana Editoriale 2020.
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Essendo un’amante dei profumi ma anche di libri, non potevo farmi mancare questa recente impresa editoriale. Il libro è una combinazione di tre elementi vincenti, il cui risultato è un must-have per molteplici ragioni.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Marika Vecchiattini è un’esperta di fragranze e di storia delle fragranze di fama mondiale, giornalista e autrice di molti libri dedicati al nostro fantastico mondo dell’olfatto. I suoi libri sono una lettura obbligata non solo per i principianti ma anche per gli intenditori.

Ho avuto la fortuna di incontrarla un paio di volte a Pitti Fragranze di Firenze e di poter essere in contatto con lei varie volte. Non è solo incredibilmente erudita, ma una persona la cui passione è sfolgorante e ti contamina senza possibilità di fuga.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Silvana Editoriale è una delle principali case editrici italiane (ma anche internazionali) il cui core business è Arte, Fotografia e Design. Prima di lanciare le mie creazioni, ho lavorato per molto tempo nel mondo dell’editoria d’arte, acquisendo familiarità con le figure di punta del settore. Il catalogo di Silvana vanta moltissimi libri meravigliosi e sofisticati, toccando gli argomenti più raffinati e interessanti, con autori di prim’ordine, una selezione fotografica sempre di altissimo livello e una qualità di stampa che è cruciale per questo tipo di prodotto – a differenza dei libri di narrativa, per esempio.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Profumeria italiana: un tema da troppo tempo dimenticato, finalmente sotto i riflettori. Negli ultimi cinquant’anni tutti i più grandi stilisti italiani hanno lanciato uno o molti profumi che  potessero incarnare il loro spirito, la loro visione, il loro senso di femminilità o mascolinità, insomma il loro stile. La profumeria francese, a cui sono stati dedicati tanti scritti, ha guardato alla cugina italiana con grande interesse, grazie al suo approccio peculiare e alla specificità del suo stile.

Ecco finalmente la combinazione di questi elementi: una grande penna, una eccellente casa editrice, un argomento meraviglioso!

Quando ho ricevuto questo libro, sono rimasta subito colpita dalla bellezza delle immagini. Questo è un aspetto che potrebbe passare inosservato a un occhio inesperto, poiché la maggior parte di noi si aspetta che le immagini siano di buona qualità, ignorandone l’origine. Molti libri illustrati si basano su database di immagini già esistenti, da cui è possibile acquistare immagini di alta qualità, che vanno a costituire l’apparato iconografico di un libro (ovviamente pagando anche dei diritti d’autore!). Questo non è possibile se si ha bisogno di illustrare la storia della profumeria italiana: le immagini disponibili erano scarse o di qualità mediocre, quindi l’editore ha realizzato una campagna di circa 200 nuove immagini di flaconi – e lo si capisce immediatamente dalla loro alta qualità e omogeneità.

La ricerca degli oggetti da fotografare non è stata facile: nel libro sono presenti anche profumi discontinuati, quindi Marika ha fatto un duro lavoro per trovare bottiglie preziose e rare tra i collezionisti.

Il libro è l’espressione della sua estesa conoscenza dell’argomento, con un approccio divulgativo non banale ma intrigante, al punto che non puoi smettere di leggerlo.

Inizia con una storia –  sintetica ma esaustiva – della profumeria italiana (Il profumo in Italia) – e mi permetto di segnalare la parte in cui si narra che nel 1533 la fiorentina Caterina de’ Medici si reca a Parigi, portando con sé Renato Bianco, poi ribattezzato René Le Florentin, creatore di profumi e di veleni, contribuendo così alla nascita della profumeria francese -, con una grande attenzione al secolo scorso e allo sviluppo della profumeria industriale.

Seguono quindi cinque grandi sezioni, il nucleo del libro: 1970, 1980, 1990, 2000, 2010. Ogni decennio è introdotto in dettaglio, poi un’ampia selezione di fragranze è spiegata e illustrata in modo completo e individuale.

Le Interviste ai protagonisti forniscono una vasta gamma di informazioni interessanti e da insider, andando a coinvolgere i veri protagonisti degli ultimi 50 anni: profumieri, fondatori di marchi, maestri vetrai, ecc. Come appendice molto utile, si può trovare un elenco di profumi lanciati da marchi italiani in ordine alfabetico.

Consiglio questo libro a chiunque sia interessato alla profumeria, non solo per le qualità sopra esposte ma anche perché non esiste niente di simile sul mercato.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento